Laici scalabriniani

Laici scalabriniani

Un gruppo di laici scalabriniani durante un convegno internazionale

Il 12 aprile 1889 G.B. Scalabrini fonda l’Associazione di Patronato San Raffaele, per estendere all’Italia la rete di assistenza e tutela dei migranti già attiva in Europa, sopratutto nei porti di partenza e di arrivo del grande esodo della seconda metà dell’Ottocento.

Dopo la beatificazione di Scalabrini, avvenuta nel 1997, un rinnovato studio e apprezzamento della sua persona e della sua visione provvidenziale hanno permesso la nascita del Movimento dei Laici scalabriniani.

Lo stesso carisma missionario

I Laici scalabriniani sono uomini e donne, adulti e giovani che, dopo un periodo di formazione scalabriniana missionaria, si impegnano nell’azione evangelizzatrice nella Chiesa locale in sinergia con i missionari e le missionarie scalabriniane. A guidarli è lo stesso carisma profetico e la stessa compassione per i migranti e i rifugiati, indipendentemente dalla cultura, dalla religione, dalla lingua e dalla situazione amministrativa.

Il movimento, ancora in fase di sperimentazione, ha già organizzato alcuni incontri regionali, nazionali e mondiali decisivi per il necessario ritorno dell’impegno laicale nello sviluppo, aggiornamento e rinnovamento del servizio scalabriniano alla Chiesa.

All’interno del movimento laicale esistono anche i volontari e i missionari laici scalabriniani, che trascorrono periodi di missione con migranti e rifugiati nel proprio paese o all’estero.

Regione Beato Giovanni Battista Scalabrini (Europa/Africa)

Provincia San Giovanni Battista (Nord America)

Provincia San Paolo, ora parte della Regione Nostra Signora Madre dei Migranti (Sud America)

Provincia Santa Francesca Cabrini (Asia/Australia)

Provincia San Carlo Borromeo

escort istanbul escort