Carissimi confratelli,

P. Sandro Gazzola, cs
Superiore generale