Istituto_storico2

Istituto Storico Scalabriniano

Il patrimonio storico della Congregazione, costituito dall’opera e dagli scritti del Fondatore nonché dalle testimonianze documentarie relative alla vita e all’opera dei primi missionari, rappresenta una fonte imprescindibile per la vitalità del carisma missionario scalabriniano.

L’ambito di competenza dell’Istituto Storico, che opera in stretta collaborazione e sinergia con l’Archivio generale, comprende lo studio e la pubblicazione dei testi del Fondatore (opere, lettere pastorali, omelie), opportunamente collocati nel momento storico considerato, e la vita della Congregazione, nelle vicende che ne hanno segnato l’origine e i primi sviluppi.

All’attivo dell’Istituto Storico si possono contare numerose pubblicazioni. Ricordiamo tra le altre la pregevole biografia Giovanni Battista Scalabrini di padre Mario Francesconi, postulatore della causa di beatificazione del Fondatore, e l’edizione delle Lettere pastorali a cura di padre Ottaviano Sartori.

Oltre ai sopra ricordati padre Francesconi e padre Sartori, si sono succeduti alla direzione dell’Istituto Storico i padri Gianfausto Rosoli, Antonio Perotti e Agostino Lovatin.

A padre Perotti in particolare si deve un notevole impulso all’Istituto mediante un intenso lavoro di ricognizione documentaria dei primi anni della congregazione, confluito in quattro volumi che ne tracciano una prima storia. Purtroppo l’improvvisa scomparsa nel settembre 2004 impedì a padre Perotti di portare a termine il lavoro per la pubblicazione, come anche di condurre un prestigioso convegno storico (L’Ecclesiologia di Scalabrini) già accuratamente preparato, e che si tenne l’anno successivo nella Casa Madre di Piacenza (ottobre 2005) nel quadro delle celebrazioni per il centenario della morte del Fondatore.

Dopo una pausa quasi decennale, i lavori dell’Istituto Storico Scalabriniano sono ripresi nel giugno 2019.

In data 21 maggio 2019, infatti, il Superiore generale, P. Leonir M. Chiarello, in conformità con lo Statuto dell’Istituto Storico Scalabriniano e in attuazione della direttiva n. 20 del XV CG, ha nominato il nuovo direttore e il gruppo promotore.

Direzione:

  • Prof. Matteo Sanfilippo, direttore dell’Istituto Storico Scalabriniano
  • Dott.ssa Veronica De Sanctis, assistente

Gruppo promotore:

P. Graziano Battistella, Presidente
S.E. Silvano M. Tomasi, Presidente onorario
P. Giovanni Terragni, archivista generale e vice-direttore dell’Istituto Storico Scalabriniano
P. Lorenzo Prencipe, presidente CSER
P. Fabio Baggio, sottosegretario della Sezione Migranti e Rifugiati.

Bonomelli Pisani cover

Carteggio Bonomelli – Pisani (1900-1914)
L’Opera di Assistenza agli emigrati italiani in Europa attraverso il carteggio del fondatore e del direttore dei Missionari dell’Opera
A cura di Gianfausto Rosoli

Istituto Storico Scalabriniano – 2020 – (Leggi il testo)

Download
Bibliografia_scalabriniana

Bibliografia Scalabriniana
Scritti su G.B. Scalabrini, gli Scalabriniani e le opere scalabriniane

A cura di Veronica De Sanctis, Matteo Sanfilippo e Giovanni Terragni

Roma, Istituto Storico Scalabriniano, 2020

Studi215_cov

Studi Emigrazione:
Giovanni Battista Scalabrini e le leggi sulle migrazioni
a cura di Lorenzo Prencipe e Matteo Sanfilippo

Atti del seminario del 17 dicembre 2018 svoltosi nella biblioteca del Centro Studi Emigrazione (CSER), organizzato dallo stesso CSER, con la partecipazione della Direzione generale della Congregazione scalabriniana, dello Scalabrini International Migration Institute (SIMI) e dell’Ufficio Comunicazioni scalabriniano (UCOS).

Baggio_Bonomelli-Scalabrini_cov

Bonomelli e Scalabrini: due vescovi al cui cuore non bastò una diocesi

Atti del seminario omonimo
Venerdì 15 maggio 2015 – Università Cattolica del Sacro Cuore
A cura di  Fabio Baggio, cs

L’evento è stato organizzato dalla Fondazione Migrantes (CEI), dall’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano, dallo Scalabrini International Migration Institute (SIMI) di Roma e dalla Fondazione Iniziative e Studi sulla Multietnicità (ISMU) di Milano. Questo volume raccoglie i contributi presentati al seminario con l’intenzione di renderli fruibili per un pubblico più vasto.

Rossi_IniziCS_cov

Beniamino Rossi, cs
“Un’opera ben più vasta”
Gli inizi della Congregazione Scalabriniana e l’Opera di Patronato San Raffaele
a cura di Matteo Sanfilippo

UCOS-CSER, 2014

Dalla prefazione
[…] Scalabrini, per primo, ha posto al centro dell’attenzione della Chiesa e della società italiane il grande esodo e ha cercato d’inquadrarne i problemi nella questione sociale e in quella politico-culturale dell’Italia, al contempo collegandoli alla dimensione mondiale sottesa al fenomeno  Migratorio. Tentò quindi di affrontare le migrazioni nella loro globalità: dalle cause, che le facevano nascere nei Paesi di partenza, ai porti di imbarco e di sbarco, senza tralasciare la necessità di accompagnare gli  emigranti nel Paese di arrivo. […]

L'Ecclesiologia di Scalabrini

L’Ecclesiologia di Scalabrini
Atti del II Convegno Storico Internazionale a cura di Gaetano Parolin e Agostino Lovatin

Urbaniana University Press, 2006

“Dov’è il popolo che lavora e che soffre, ivi è la chiesa”. Il pensiero di Scalabrini è diventato il logo del II Convegno Storico Internazionale su “L’Ecclesiologia di Scalabrini”, che ha avuto luogo a Piacenza dal 9 al 12 novembre 2005, nel contesto delle celebrazioni per il primo centenario della morte del Vescovo di Piacenza e Fondatore dei Missionari di San Carlo – Scalabriniani.

Baggio_Chiesa_Argentina_cov

Fabio Baggio
La Chiesa argentina di fronte all’immigrazione italiana tra il 1870 ed il 1915
problemi, idee e scelte operative

Tesi per il dottorato in Storia Ecclesiastica, Roma, 1998

Borruso_MC_Europa_cov

Paolo Borruso
Missioni Cattoliche ed Emigrazione italiana in Europa: 1922 – 1958

Istituto Storico Scalabriniano, 1994

PEROTTI_A_Ia

Scalabrini e le migrazioni nel contesto storico delle migrazioni europee in America
L’Istituzione missionaria per gli emigranti

VOL. Ia

Appunti cronologici e note storiche di P. Antonio Perotti
Primo periodo – Contesto storico precedente e intervento di Scalabrini dal 1887 al Primo congresso Internazionale cattolico delle Opere sociali di Liegi (Settembre 1890).

PEROTTI_A_IIa

Scalabrini e le migrazioni – L’Associazione di Patronato “San Raffaele” per gli emigrati italiani
nel contesto del movimento sociale cattolico in Italia e in Europa.

VOL. IIa
Appunti cronologici e note storiche di P. Antonio Perotti.

Edizione provvisoria e incompleta “pro-manuscripto”
Primo periodo
Dalla fondazione della St. Raphael-Verein in Germania (1871) e dell’Associazione di patronato per gli emigrati italiani (1889) fino alla presentazione del secondo Memoriale di Lucerna alla Santa Sede (maggio 1891).

PEROTTI_A_Ib

Scalabrini e le migrazioni nel contesto storico delle migrazioni europee in America
L’Istituzione missionaria per gli emigranti

VOL. Ib

Appunti cronologici e note storiche di P. Antonio Perotti
Edizione provvisoria e incompleta non riproducibile
Secondo periodo
1890 – 1905
Dalla Conferenza Internazionale della Società San Raffaele a Lucerna (dicembre 1890) al Memoriale di Scalabrini a Pio X e alla morte di Scalabrini (Giugno 1905).

PEROTTI_A_IIb

Scalabrini e le migrazioni –  L’Associazionismo di Patronato “San Raffaele” per gli emigrati italiani
nel contesto del movimento sociale cattolico in Italia e in Europa

VOL. IIb
Appunti cronologici e note storiche di P. Antonio Perotti
Edizione provvisoria e incompleta “pro manuscripto”
Secondo periodo
Dalla modifica degli Statuti dell’Associazione di Patronato (Settembre 1891) alla partecipazione ai lavori dell’Associazione Internazionale della protezione dei Lavoratori di Parigi e alla morte di Mons. G.B. Scalabrini (Giugno 1905)

Migrazioni_Moderne_cov

Scalabrini e le migrazioni moderne
Scritti e carteggi
A cura di Silvano Tomasi e Gianfausto Rosoli
Sei, Torino, 1997

Si evince da queste pagine il valore che l’autore attribuisce alla Patria ed al rapporto tra essa ed i migranti italiani nel mondo, non solo per la tutela dei loro diritti, ma anche per la diffusione della nostra lingua e cultura all’estero e per la crescita civile e religiosa degli stessi migranti. Ma quel che più emerge dal testo è la misteriosa ragione che ha indotto il presule di Piacenza a farsi carico degli emigranti, e cioè cogliere le occasioni per incontrare Cristo in ognuno di loro, particolarmente nei più emarginati, nuovi “schiavi” dei “mercanti di carne umana”.

Lettere_Pastorali_cov

Giovanni Battista Scalabrini
Lettere Pastorali (1876-1905). 

Edizione integrale a cura di Ottaviano Sartori, Sei, Torino, 1994

Le lettere pastorali di mons. Giovanni Battista Scalabrini, vescovo di Piacenza, fondatore dei missionari di San Carlo, costituiscono una fonte attendibile e di grande importanza per nuove riflessioni sulla sua personalità di presule e di spirituale e sul ruolo, in particolare, che egli ebbe nella Chiesa universale, nella sua diocesi e nel mondo da contemplativo migrante tra gli emigranti.

Rosoli_Atti_Convegno_1987

Scalabrini tra vecchio e nuovo mondo.
Atti del Convegno storico internazionale
Piacenza, 3-5 dicembre 1987

a cura di Gianfausto Rosoli 

Francesconi_GBScalabrini_cov

Mario Francesconi
Giovanni Battista Scalabrini, Vescovo di Piacenza e degli emigrati (1839 – 1905)
Città Nuova, 1985

Il presente studio biografico, oltre che vagliare tutti gli aspetti, anche quelli da taluni tuttora “discussi”, indaga le motivazioni profonde degli atteggiamenti, delle scelte pastorali, dell’azione del vescovo di Piacenza e degli emigrati, scoprendo le sorgenti interiori, cioè la fede, la speranza e la carità, il cui non comune esercizio indusse la S. Sede a introdurre ufficialmente la Causa di Beatificazione.

Contatti:

Istituto Storico Scalabriniano
Via Calandrelli 11
00153 Roma
E-mail: istitutostorico@scalabrini.org
Tel. 06.58.33.29.41 (ext: 110)

1. Scalabrini

Mons. Giovanni Battista Scalabrini, fondatore della Congregazione
1° Superiore generale: 1887 – 1905