Padre Chiarello: «Sfidando le frontiere, i migranti aprono nuove strade per la convivenza internazionale»

International Forum on Migration and Peace 2017. Le parole del direttore del SIMN

«Il Forum on Migration and Peace non è una conferenza annuale ma un processo permanente di attori sociali e politici che lavorano sul terreno delle migrazioni. Quest’anno abbiamo preso questi due temi, integrazione e sviluppo, sui quali adesso vorremmo continuare a lavorare. L’unico modo di avere una governance effettiva ed eticamente fondata è quello di lavorare insieme.  A noi rimane questa sfida di lavorare insieme e, nello stesso tempo, la speranza. I migranti sono persone che, sfidando le frontiere, il passato, il presente e il futuro, ci mostrano altre strade per affrontare la vita e la convivenza internazionale».

Padre Leonir Chiarello, direttore dello Scalabrini International Migration Network (22 febbraio 2017)

Il 21 e 22 febbraio 2017 si è svolta a Roma la sesta edizione dell’International Forum on Migration and Peace, promosso dallo Scalabrini International Migration Network (SIMN) insieme alla Fondazione Konrad Adenauer Stitfung (KAS) e al Dicastero per il Servizio dello Sviluppo Umano Integrale.

Si è discusso della gestione europea della crisi dei rifugiati e del legame tra sviluppo e migrazione. Nel documento finale sono stati presentati quattro criteri e sette raccomandazioni per il successo delle politiche di integrazione.

© Giorgio Marota, Alessio Tiglio