Le leggi sulla migrazione in America Latina

Ne ha presentato una mappatura Missão Paz, in collaborazione con la Fundação Rosa Luxemburgo – Brasil e Paraguai, nell’ebook “Política Migratória Brasileira e Comparada na América do Sul”

Presentato il 25 novembre 2021 da Missão Paz, in collaborazione con la Fundação Rosa Luxemburgo – Brasil e Paraguai, l’e-book Política Migratória Brasileira e Comparada na América do Sul è una ricerca sulla legislazione sulla migrazione e sui rifugiati nei paesi sudamericani dalla seconda metà del XX secolo fino alla pandemia di covid-19, la cui premessa è che la mobilità è un diritto umano che deve essere universalmente garantito.

La legislazione migratoria in tredici paesi

Il progetto è stato avviato nell’aprile del 2021 e la mappatura della legislazione di ciascuno dei tredici paesi sudamericani (disponibile sul sito di Missão Paz e in costante aggiornamento) è stata realizzata nel maggio 2021. Vi sono riportati non solo la legislazione specifica di ogni paese (con il percorso diretto per consultare ogni normativa citata, accompagnato da contestualizzazioni necessarie all’adeguata comprensione delle questioni politiche locali e regionali) ma anche i forum, gli accordi bilaterali, i progressi e le battute d’arresto.

Considerati come estranei, i migranti sono tra i gruppi più vulnerabili nei momenti difficili e sono spesso incolpati in modo semplicistico e irresponsabile di complessi problemi sociali ed economici, in approcci che combinano xenofobia e razzismo. La pandemia ha devastato la regione, e sono state reintrodotte politiche nocive come la militarizzazione e la chiusura delle frontiere, la restrizione selettiva dei gruppi di immigrati e le misure che favoriscono detenzione, espulsione e controllo degli stranieri. I discorsi contro la migrazione acquistano forza nella stessa proporzione degli insoliti attacchi contro la democrazia.

La migliore strategia: offrire informazioni

Appare allora chiaro che una legislazione specifica e politiche pubbliche concrete possono essere decisive per evitare l’arbitrarietà e la persecuzione. «In un momento di discorsi infiammati e diffusione massiccia di notizie false – si legge nella prefazione – la migliore strategia è quella di organizzare e rendere disponibili le informazioni».

Il contributo della realtà scalabriniana di assistenza al migrante in Brasile si focalizza su dibattito, progressi, ostacoli e prospettive possibili. La speranza è che la raccolta di alcune delle principali legislazioni relative alle questioni migratorie in America Latina possa contribuire agli sforzi intrapresi da vari specialisti e incoraggiare la riflessione continua sul tema, alimentando l’azione diretta individui ed enti.