Da ASCS un libro per raccontare la rotta balcanica

Nel settembre 2019 un gruppo di ragazzi volontari dell’Agenzia Scalabriniana per la Cooperazione allo Sviluppo ha percorso la rotta dei migranti dalla Turchia all’Italia con il progetto UmanitàInInterRotta. Ora il viaggio diventa un libro

Dal 6 al 25 settembre 2019 un gruppo di ragazzi volontari dell’Agenzia Scalabriniana per la Cooperazione allo Sviluppo (ASCS) ha percorso la rotta balcanica dei migranti, da Gaziantep in Turchia a Trieste, per incontrare le persone e le comunità che vivono nelle terre di transito e conoscere le buone pratiche di accoglienza e di inclusione. Un’occasione unica per dare voce alle vite bloccate ai confini e costruire percorsi di solidarietà anche attraverso il volontariato.

Il progetto UmanitàInInterRotta, guidato da padre Jonas Donazzolo e diventato prima un racconto testuale e audiovisivo e poi una mostra fotografica, si appresta ora a diventare un libro. A gennaio è infatti stata lanciata la campagna di prevendita di umanità ininterrotta, diario di viaggio sulla rotta balcanica (editore Seipersei), un testo con fotografie di Barbara Beltramello ideato e realizzato dai ragazzi volontari con il supporto da Hakuna Matata Charity e dalla Chiesa del Carmine di Milano. L’11 febbraio 2021 il saggio fotografico è stato presentato in diretta streaming sulla pagina Facebook di ASCS da alcuni dei suoi protagonisti insieme a Stefano Vigni di Seipersei.

Dal 2004 braccio sociale degli scalabriniani

Parte integrante dello Scalabrini International Migration Network (SIMN), rete che racchiude e coordina le diverse realtà scalabriniane in Italia e nel mondo, dal 2004 l’ASCS rappresenta in Italia e nel mondo il braccio sociale, operativo e culturale della congregazione dei missionari scalabriniani che operano in Europa e Africa.

Sono molte le iniziative condotte dall’Agenzia scalabriniana, anch’essa partecipe del riassetto strategico avviato più di un anno fa per condurre a un accorpamento dei programmi dei singoli enti scalabriniani (base dei servizi pastorali a carattere socio-culturale della Regione Giovanni Battista Scalabrini) in quattro aree di lavoro trasversali: Fund raising, Progettazione, Amministrazione e Comunicazione.

Tutti gli aggiornamenti in un’unica pagina

Dalla metà di gennaio 2021, ad esempio, le pagine Facebook di Casa Scalabrini 634, di Humilitas, di ScalaMusic e di MultiExperience sono tutte confluite nella pagina di ASCS, che ospiterà d’ora in poi tutti gli aggiornamenti e le informazioni sui corsi, le attività e le iniziative delle suddette realtà scalabriniane.

Tra le iniziative più significative vi è senz’altro la campagna di sensibilizzazione e raccolta fondi #UnaSolaCasa, avviata nel marzo 2020 per sostenere i più bisognosi durante la pandemia (finora sono stati raccolti più di 120mila euro e sono state aiutate quasi 20mila persone tra adulti e bambini nei diversi progetti e missioni in Italia, Europa e Africa).

Campagna sociale alla quale si è presto affiancata la riflessione solidale, di cui il primo esempio è l’International Migration Report dal titolo #UnaSolaCasa. L’umanità alla prova del Covid-19, una ricerca intercontinentale su pandemia e migrazioni, una sintesi generale che offre un quadro della congiuntura mondiale.