Le notizie, le iniziative e gli eventi scalabriniani del 2021

Si parla dell’Anno Scalabriniano che si è appena aperto, ma anche degli anniversari e delle pubblicazioni. Vediamoli insieme

Nel weekend del 7 novembre 2021 si è aperto l’Anno Scalabriniano, un tempo speciale per far conoscere la figura del beato Scalabrini. Ma in questi dodici mesi sono molti i contenuti ai quali abbiamo dato spazio, alcuni dedicati a pubblicazioni, eventi e anniversari. Eccone alcuni.

Eventi

L’Anno Scalabriniano

Nel 2022 ricorrerà il venticinquesimo anniversario della beatificazione di Giovanni Battista Scalabrini. Per far risplendere con maggior rilievo la sua testimonianza di vescovo missionario per migranti, rifugiati e marittimi, i superiori dei tre Istituti della Famiglia scalabriniana hanno indetto un Anno Scalabriniano che ha per tema Fare patria dell’uomo il mondo.

“Fare patria dell’uomo il mondo”

L’Anno si è aperto nel weekend del 7 novembre 2021 con alcuni eventi tra Piacenza e Como e si concluderà il 9 novembre 2022. A questo tempo speciale è dedicato anche il Messaggio della Direzione generale per l’anniversario della fondazione della congregazione scalabriniana.

Inaugurazione del CESFOM

Il 7 maggio 2021 è stato inaugurato in Messico il Centro Scalabrini de Formación para Migrantes (CESFOM), voluto dai missionari scalabriniani e realizzato in collaborazione con l’UNHCR.

Situato in Calle Ernesto Sarmiento, a Tijuana, il CESFOM è un centro di formazione per rifugiati e migranti che offre laboratori di mestieri, educazione di base, musicoterapia, rafforzamento spirituale, certificazione e riconvalida di documenti, formazione per difensori dei diritti umani e altre attività educative e comunitarie.

L’impegno scalabriniano nel CESFOM ha già avuto un riconoscimento. Il 14 ottobre 2021 infatti il Casa Cornelia Law Center ha assegnato il Lucy Howell Humanitarian Award a José Carlos Yee Quintero, membro della squadra della Casa del Migrante di Tijuana e direttore operativo del CESFOM.

Premio alle radio scalabriniane in Brasile

Il 24 novembre 2021 a ricevere un riconoscimento sono state invece due stazioni radio scalabriniane nel nord dello stato di Rio Grande do Sul in Brasile, cioè Rádio Sarandi e Rádio Maisnova, premiate dal comune di Sarandi per i servizi resi alla comunità in quasi settant’anni di programmazione.

Nel suo discorso di ringraziamento padre Alexandre Biolchi, direttore della Rede Scalabriniana de Comunicação, ha parlato anche della necessità di una stampa libera.

Cinquant’anni di presenza in Portogallo

Nel 2021 gli scalabriniani hanno festeggiato cinquant’anni di presenza in Portogallo. Il 6 giugno il vescovo di Setubal, monsignor José Ornelas ha presieduto una Messa nella parrocchia Nossa Senhora do Monte Sião di Amora, nella diocesi di Setúbal a Lisbona.

Per preparare l’evento la paróquia de Amora ha pubblicato sul proprio canale YouTube testimonianze, riflessioni e preghiere su questi mezzo secolo di cammino della comunità insieme al beato Giovanni Battista Scalabrini.

Strada intitolata al venerabile Massimo Rinaldi

Il 31 maggio 2021, in occasione dell’ottantesimo anniversario del transito del venerabile Massimo Rinaldi, il cardinale Marcello Semeraro, prefetto della Congregazione delle cause dei santi, ha presieduto una Messa Pontificale nella basilica di Santa Maria Assunta a Rieti. Hanno concelebrato il vescovo Domenico Pompili, padre Leonir Chiarello, superiore generale dei missionari scalabriniani, e monsignor Giovanni Maceroni, presidente Istituto Storico Massimo Rinaldi.

Al termine, in via Massimo Rinaldi accanto al Palazzo della Provincia di Rieti è stata scoperta la nuova targa di intitolazione della strada.

125° Anniversaio della morte del venerabile Giuseppe Marchetti

Quest’anno si celebra anche il 125° anniversario della nascita al Cielo del venerabile padre Giuseppe Marchetti, giovane missionario scalabriniano morto in Brasile il 14 dicembre 1896.

Per l’occasione l’Instituto Cristovão Colombo (ICC), l’orfanotrofio fondato proprio da Marchetti nel 1895 e oggi Centro per bambini e adolescenti, ha pubblicato una serie di video in collaborazione con le suore scalabriniane e la Paróquia São João Batista di Ipiranga per raccontare la storia del giovane missionario, della sua iniziativa e dei suoi frutti.

Pubblicazioni

#UnaSolaCasa

All’inizio del 2021 gli Scalabrini Migration Study Centers in Europa e Africa e la rete degli organismi scalabriniani di solidarietà attivi nella regione hanno pubblicato un International Migration Report dal titolo #UnaSolaCasa. L’umanità alla prova del Covid-19.

“L’umanità alla prova del covid-19”: una ricerca scalabriniana su pandemia e migrazioni

Il documento testimonia le «azioni intraprese dal network scalabriniano e in generale dalla Chiesa e dalle organizzazioni cattoliche per smussare in tutti i continenti la durezza della congiuntura epidemica aiutando le frange più deboli delle popolazioni, in particolare i rifugiati e gli emigrati (economici, politici, per ragioni ambientali)».

Il Rapport d’activités del CIEMI

A luglio il Centre d’Information et d’études sur les Migrations Internationales (CIEMI) di Parigi ha pubblicato il suo Rapport d’activités 2020, il documento sulle attività condotte durante il primo anno di pandemia. Il centro è uno dei sette Scalabrini Migration Study Centers (SMSC) nel mondo.

Nel documento si parte anzitutto dal considerare la crisi sanitaria mondiale dovuta al covid-19 che, da marzo fino alla fine dell’anno, ha disturbato e sconvolto la vita del Centro, costringendolo a rivedere i suoi programmi. Si passa poi ad analizzare, continente per continente, le aree geografiche che rappresentano le principali zone di instabilità economica e politica e i massicci movimenti di popolazione da una zona all’altra.

Il vademecum di Missão Paz

A settembre Missão Paz ha pubblicato Advocacy na Prática, un vademecum sui modi più efficaci di incidere sull’agenda politica a favore dei più vulnerabili.

Il documento (il cui sottotitolo è Caminhos e aprendizados ao fazer incidência política) è stato realizzato dalla realtà scalabriniana di accoglienza al migrante di base a São Paulo, in Brasile, insieme a Conectas Direitos Humanos e con il sostegno della Laudes Foundation e raccoglie le migliori pratiche sperimentate nel campo dell’advocacy, specialmente nella tutela dei diritti umani, delle migrazioni e dei rifugiati.

Gli inserti della Direzione Generale

A partire dal numero di gennaio-febbraio 2021 la rivista Scalabriniani ospita le riflessioni la Direzione generale scalabriniana sui vari temi connessi al fenomeno migratorio e alla pastorale dei migranti. Quest’anno i contributi riproposti sul sito Scalabriniani.org vertevano sulla dinamica dell’annuncio, sul sentimento della commozione e sulla sua funzione di motore delle politiche per il cambiamento, sulla frontiera della visibilità che i migranti attraversano assieme ai confini fisici degli stati.

Traditio Scalabriniana e i testi dell’Istituto Storico

Due volte l’anno la pubblicazione Traditio Scalabriniana raccoglie riflessioni ed esperienze da tre membri della Famiglia scalabriniana (uno per ciascun istituto di vita consacrata). Quest’anno il numero di giugno ha riproposto, a più di vent’anni dalla prima formulazione, il testo-base della Traditio. Il numero di novembre offre invece i consueti sussidi per l’approfondimento del carisma scalabriniano.

Tra le opere liberamente disponibili nella pagina dell’Istituto Storico Scalabriniano (ISS) sono state inserite: Bibliografia scalabriniana. Scritti su G.B. Scalabrini, gli Scalabriniani e le opere scalabriniane (una raccolta di scritti sul beato Giovanni Battista Scalabrini, sulla congregazione scalabriniana e su alcuni missionari, frutto della ricerca fatta nelle regioni e nelle province scalabriniane) e il Carteggio Bonomelli Pisani (la corrispondenza epistolare tra Geremia Bonomelli, vescovo di Cremona e fondatore dei Missionari dell’Opera, e Pietro Pisani, sacerdote di Vercelli e direttore dell’Opera, avvenuta tra il 1900 e 1914 sul tema dell’assistenza agli emigrati italiani in Europa), testimonianza del momento in cui la Santa Sede decise di assumere in prima persona l’assistenza a tutti i migranti.

Iniziative

Campagna per i bambini venezuelani

Lo Scalabrini International Migration Network (SIMN) in collaborazione con NeedsList e Red Recuperacion promuove la campagna Asegura un Almuerzo Balanceado para Niños Venezolanos (Assicura un pranzo equilibrato ai bambini venezuelani) per sostenere i bisogni nutrizionali dei bambini venezuelani a rischio di malnutrizione.

Non è la prima volta che i missionari scalabriniani lanciano iniziative in supporto della popolazione venezuelana per alimentare l’attenzione sulla loro drammatica situazione. La nuova campagna è dedicata ai molti bambini venezuelani lasciati indietro nelle proprie comunità di origine, perché considerati un peso per il viaggio: si tratta quindi degli individui più colpiti all’interno della rotta migratoria dei venezuelani in cerca di migliori condizioni di vita.